Millepied e Pistoni al Teatro Comunale di Bologna: WITHOUT / LA STRADA

Da domani, mercoledì 17 febbraio, arriva a Bologna il Ballet de l’Opéra National du Rhin, un evento unico in replica fino a domenica 21 che mostrerà al pubblico del Teatro Comunale di Bologna la versatilità e la tecnica impeccabile dei suoi danzatori.
A muovere quei corpi tanto allenati quanto espressivi le musiche di Fryederyk Chopin e Nino Rota in due coreografie di epoche diverse.

Schermata 2016-02-16 alle 17.52.38

Without, firmata Benjamin Millepied, giunge per la prima volta a Bologna proprio all’alba della recente dipartita del coreografo dalla direzione artistica del Balletto dell’Opéra di Parigi. Sulle note dei Preludes ed Etudes del famoso compositore polacco naturalizzato francese la coreografia si divide in 5 pas de deux delicati e svolazzanti. Without ha debuttato nel 2008 a New York per Dances Concertantes, la prima compagnia americana di Millepied, e successivamente è entrata nel repertorio del Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo.
Segue La strada, creazione del 1966 commissionata dal Teatro La Scala al coreografo di fama internazionale Mario Pistoni noto ai più per le sue esibizioni nel repertorio classico negli anni ’60 e ’70, e per l’interpretazione nel Mandarino Meraviglioso di Bartok accanto a Luciana Savignano. Fin dal titolo ritroviamo il ricordo della storia felliniana disperata e struggente di Gelsomina e Zampanò. Come disse lo stesso coreografo, il tema propone componenti ideali per uno spettacolo coreografico: «La tramutabilità a balletto dei fatti, la credibilità dei personaggi, autentici, vivi ancor oggi in certe zone del sottosviluppo, la teatralità e la stimolante convivenza tra il mondo agro ma fantastico del circo con quello crudo e realistico della vita, il tutto (così ballettisticamente più qualificante) impregnato di poesia, di azioni e reazioni semplici e genuine».
I 33 danzatori del Ballet de l’Opéra National du Rhin provengono da tutto il mondo e possiedono tutti una solida formazione accademica che consente un rapido approccio a tutti gli stili di danza. Creato nel 1972, il Corpo di Ballo risiede a Mulhouse, nell’Alsazia. La compagnia francese è conosciuta per la sua versatilità nel mondo della danza, grazie alle direzioni di grandi nomi come Peter Van Dyk, Jean-Paul Gravier e l’attuale Ivan Cavallari, che con sapiente tecnica e particolari scelte artistiche hanno reso questa compagnia famosa in tutto il mondo per la capacità di passare tranquillamente dal barocco al moderno, dal contemporaneo al classico (dal repertorio di Bournonville a Spoerli, da Balanchine a Kylian, da Forsythe a Lucinda Childs).

I biglietti sono in vendita sia online sul sito www.comunalebologna.it sia presso la biglietteria del Comunale. Eventuali biglietti invenduti saranno disponibili da un’ora e mezza prima dell’inizio di ogni spettacolo al 50% del costo. Per TUTTE le repliche – prima esclusa – 18,19,20,21 febbraio, gli studenti avranno diritto a un biglietto a 10€ esibendo al momento dell’acquisto il titolo d’iscrizione all’Università Ama Mater Studiorum di Bologna, al Conservatorio di Musica Giovan Battista Martini,  all’Accademia di Belle Arti di Bologna e alla Bologna Business School.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...